Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

Affidamento familiare

Il servizio ha carattere temporaneo ed ha il fine di garantire ai minori, privi di un idoneo ambiente familiare, le condizioni migliori atte a consentirne lo sviluppo psicologico ed affettivo, qualora ciò non possa essere assicurato dalla famiglia di origine.
Il comune di Messina è comune capofila per la realizzazione del Centro Affidi Distrettuale.
Modalità di accesso al servizio
Il servizio viene attivato o da una disposizione dell’Autorità giudiziaria (affido giudiziale) o su proposta del Servizio Sociale (affido familiare), previo consenso scritto dei genitori o del tutore.
In quest’ultima ipotesi, l’affidamento è reso esecutivo con provvedimento del Giudice tutelare.
Le famiglie affidatarie devono possedere precisi requisiti e cioè:
– disponibilità a partecipare attraverso un valido rapporto educativo ed affettivo alla maturazione del minore;
– integrazione della famiglia nell’ambito sociale;
– disponibilità al rapporto con i servizi socio- sanitari e con la famiglia d’origine;
– idoneità dell’abitazione in relazione ai bisogni del minore.
Il Comune di residenza della famiglia d’origine del minore eroga, se richiesto, ad ogni famiglia affidataria, un contributo mensile. Ad ogni nucleo familiare possono essere affidati uno o più minori, previa valutazione effettuata dai servizi.
Tempi: I tempi tecnici di operatività, anche in presenza di una disposizione dell’Autorità giudiziaria, sono quelli relativi al reperimento del nucleo familiare più idoneo.
Referenti: Dott.ssa De Salvo, Dott.ssa Battaglia – Tel. 090772-3745/3773

Top