Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

Demanio – Patrimonio – Beni Comuni ed Espropriazioni

Responsabile: dott. Giovanni Di Leo

Competenza:

FUNZIONI GENERALI

  • Proposta e modifica regolamenti comunali.
  • Funzioni delegate dal datore di lavoro ai sensi dell’art.16 del decreto legislativo n° 81/2008 e ss.mm.ii.
  • Funzioni proprie e delegate per l’attività di prevenzione anticorruzione ai sensi della legge n° 190/2012.
  • Funzioni proprie e delegate per l’attività di trasparenza ai sensi del Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n° 33 come integrato con Decreto Legislativo n° 97/2016 ed adempimenti relativi alla pubblicazione sul sito web istituzionale Sezione “Amministrazione trasparente” nelle materie di competenza del Dipartimento.
  • Segreteria e supporto alle attività del Dirigente. Supporto Tecnico/amministrativo alle attività istituzionali del Dirigente. Gestione del protocollo e della Posta Elettronica Certificata (PEC).
  • Conduzione e gestione dei processi e dei procedimenti finalizzati alla predisposizione di atti, note, tabelle e prospetti, verbali di riunioni presiedute dal Dirigente.
  • Gestione personale (ferie, riposi, congedi, etc.). Turnazioni e predisposizioni servizi giornalieri impiego personale.
  • Procedure per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio e per la liquidazione di sentenze di condanna o di transazioni e contestuali attività generali di supporto al Servizio Contenzioso e alla
  • Segreteria Generale per la definizione degli adempimenti di legge.
  • Gestione del contenzioso del personale compreso l’eventuale conciliazione da tenersi presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro.
  • Atti di programmazione del Servizio e attività generali connesse alla gestione delle risorse umane, strumentali e finanziarie assegnate dall’Organo Politico per il raggiungimento degli obiettivi. Verifica e monitoraggio dei risultati.
  • Gestione del PEG assegnato al Dirigente del Dipartimento e dei relativi stanziamenti.
  • Gestione dei contratti e dei rapporti con gli Organismi gestionali esterni all’Ente afferenti le funzioni di competenza del Dipartimento.

FUNZIONI SPECIFICHE

A – Demanio

  • Attività per l’acquisto di beni demaniali dello Stato, ovvero per ogni attività per l’acquisizione di immobili di proprietà dello Stato, che di fatto rappresentano già importanti servizi per la città per renderli definitivamente accessibili ed utili alla collettività.
  • Gestione dei rapporti con gli Enti Demaniali concessori.
  • Concessioni demaniali passive (Richieste di concessione, istruttoria e pagamento canoni. Rapporti con gli Enti proprietari delle aree, etc.).
  • Gestione dei beni demaniali e del patrimonio indisponibile. Usi civici. Concessioni demaniali passive. Concessioni non temporanee a terzi di immobili destinati alla realizzazione di attività artistiche e culturali e destinati all’esercizio di attività commerciali.

B – Patrimonio Comunale

  • Attuazione delle strategie di valorizzazione e messa a reddito del patrimonio immobiliare comunale.
  • Gestione amministrativa e finanziaria per le concessioni e l’applicazione del canone per occupazioni permanenti e temporanee di spazi ed aree pubbliche (COSAP, ecc.).
  • Gestione amministrativa, finanziaria e locazione del patrimonio immobiliare comunale e assimilati. Gestione del patrimonio disponibile del Comune, incluse assegnazioni agevolate ad enti senza scopo dí lucro.
  • Gestione e riscossione fitti attivi provenienti dagli immobili di proprietà comunale.
  • Reperimento, locazione ed assegnazione di immobili di proprietà di terzi per Uffici e Scuole comunali.
  • Tenuta e aggiornamento inventari. (Inventariazione di beni immobili di proprietà comunale). Trascrizioni. Esame amministrativo, raccolta e conservazione dei titoli di proprietà.
  • Ispezione e ricognizione dei beni immobili patrimoniali del Comune al fine di accertare e segnalarne lo stato di conservazione, eventuali occupazioni abusive, usurpazioni, danneggiamenti.
  • Adozione di tutti i provvedimenti relativi alle procedure di sgombero per occupazioni abusive di qualsiasi immobile appartenente al patrimonio comunale, compresi quelli eventualmente liberi in attesa di diversa destinazione d’uso. Sono esclusi da tale attività gli immobili di Edilizia Residenziale Pubblica la cui competenza gestionale rientra tra le funzioni del Dipartimento
  • Politiche per la Casa.
  • Procedure relative all’acquisizione degli immobili di cui all’O.C.D.P.C. 172/2014.
  • Acquisti e alienazioni immobili nel rispetto del vigente specifico Regolamento comunale.
  • Procedure per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle aree PEEP e PIP e per la rideterminazione del prezzo di cessione delle aree PEEP e PIP per ragguagliarli al valore di mercato al fine di concedere agli assegnatari la piena disponibilità dei beni.
  • Acquisizione, trascrizione presso i registri immobiliari ed immissione in possesso di immobili confiscati provenienti da attività illecite.
  • Acquisizione ed immissione in possesso di immobili realizzati abusivamente.
  • Concessioni gratuite di beni confiscati ex L.575/65.
  • Consulenze e valutazioni economiche in materia immobiliare. Sopralluoghi tecnici. Valutazioni e stime.
  • Valutazione dei danni derivanti dai sinistri agli immobili ed agli edifici di proprietà e/o di competenza comunale e relative trattazioni.
  • Stime dei danni locativi agli immobili locati e relativa trattazione tecnico-amministrativa dei danni da pagare ai proprietari locatori.
  • Rapporti tecnici ed amministrativi per le aree private aperte al pubblico transito.
  • Rilascio concessioni per occupazione temporanea e permanente suolo pubblico, compresi i passi carrabili.
  • Pareri tecnici in materia di tagli stradali, scavi, occupazioni di suolo pubblico in genere.
  • Rilascio autorizzazioni per occupazioni a vario titolo (anche gratuito) sul territorio comunale.
  • Rilascio concessioni permanenti per posa di cavi, condutture e simili.
  • Rilascio concessioni temporanee per lavori di scavo.
  • Rilascio autorizzazioni suolo pubblico per spazi pubblicitari.
  • Valutazioni e stime, redazione di tipi mappali, nuovi accatastamenti, frazionamenti, immissioni in possesso, ecc.
  • Predisposizione, stipula e gestione contratti di assicurazione per i beni comunali.
  • Dismissioni Patrimonio Comunale
  • Predisposizione ed aggiornamento del piano di dismissione immobiliare comunale.
  • Partecipa, per la parte di competenza, al Tavolo tecnico interdipartimentale per le demolizioni.
  • Supporto al SIT per l’aggiornamento dello stradario comunale.

C – Espropriazioni

  • Gestione di tutte le procedure espropriative per pubblica utilità.
  • Occupazioni temporanee e d’urgenza di immobili privati preordinate non finalizzate alla espropriazione dell’area.
  • Gestione amministrativa del contenzioso afferente alle procedure di esproprio.
  • Frazionamenti, inserimento in mappa, catastazione di immobili da acquisire o acquisiti al patrimonio comunale (espropriazioni, occupazioni acquisite ecc.).
  • Studio e messa in gara dei “Comparti ex piano Borzi” ai sensi del D. Lgs. n° 1933/1917;
  • Acquisizione in sanatoria al patrimonio comunale delle aree oggetto di occupazione acquisitiva ai sensi dell’art. 42 bis del vigente T.U. sulle Espropriazioni.
  • Stime delle aree da cedere al comune a seguito di lottizzazioni, come previsto dalla Deliberazione G.M. n. 1331 del 29/11/2000.

D – Beni comuni

  • Coordinamento e gestione degli adempimenti procedurali inerenti l’attività del Laboratorio per i Beni comuni e le istituzioni partecipate.
  • Promozione di iniziative finalizzate alla valorizzazione del patrimonio mobiliare ed immobiliare (beni comuni).
  • Organizzazione di incontri di studio e di approfondimento della tematica dei beni comuni.
  • Individuazione di modalità di gestione partecipata.
  • Gestione di un nuovo modello di collaborazione, tra Amministrazione e cittadini singoli ed associati, per il perseguimento di finalità d’interesse generale, favorendo la sussidiarietà e l’introduzione di meccanismi nuovi e semplificati di coinvolgimento della cittadinanza alla cura dei beni comuni.
  • Regolamentazione dei beni comuni e gestione con criteri di partecipazione e autogestione per la valorizzazione di beni in degrado ed abbandono.
  • Attuazione d’interventi diretti all’autogestione dei beni comuni.

Top