Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

Comunicati stampa di giovedì 11 gennaio 2018

N° 42 • 11 gennaio 2018
ATTO VANDALICO AI DANNI DELLA SQUADRA DI RUGBY “BRIGANTI DI LIBRINO”: SOLIDARIETA’ DEL SINDACO ACCORINTI E DELL’VIII COMMISSIONE CONSILIARE
Il sindaco, Renato Accorinti, e l’VIII Commissione consiliare Sport, presieduta dal consigliere comunale, Piero Adamo, accogliendo l’invito rivolto stamani dal consigliere Nino Interdonato, esprimono profondo sgomento alla notizia della distruzione della “club house” del campo San Teodoro Liberato, casa della squadra di rugby “Briganti di Librino”. Il Comune di Messina condanna in maniera netta il vile atto vandalico che ha completamente distrutto il locale, danneggiando irrimediabilmente l’attrezzatura tecnica, le maglie e gli arredi. Esprimendo solidarietà alla società sportiva e alla comunità che ruota attorno ad essa, l’augurio è che possano presto ripartite le attività che la società promuove dal 2006 in sinergia con altre organizzazioni sociali del quartiere e della città di Catania, avvicinando allo sport gruppi di ragazzi di un popoloso quartiere “a rischio” della città etnea.
N° 41 • 11 gennaio 2018
SABATO 13 A VILLA DANTE L’INAUGURAZIONE DEL PERCORSO SALUTE INSERITO NEL PROGETTO PARCHI
Si terrà sabato 13, alle ore 10.30, a Villa Dante l’inaugurazione del “Percorso Salute”, che il Comune di Messina ha realizzato all’interno di Villa Dante ed è inserito nel Progetto Parchi per la valorizzazione delle aree verdi, promosso dalla FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera) e dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e sostenuto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani. L’obiettivo è promuovere ed incoraggiare la pratica sportiva, dotando Villa Dante di un circuito fisso dove potere svolgere attività, dalla semplice camminata alla corsa, in un ambiente naturale e protetto. “La valorizzazione delle aree verdi attraverso interventi di arredo urbano, come nel caso di Villa Dante, – dichiara il sindaco, Renato Accorinti, – rappresenta un aspetto fondamentale e imprescindibile in una città che mira a migliorare le condizioni di vivibilità della propria comunità e ad incrementarne la pratica sportiva. Da sempre lo sport ha caratterizzato il mio percorso professionale e personale; sono in prima linea in qualsiasi iniziativa che consenta di togliere giovani dalla strada per farli crescere in ambienti salutari e di coesione sociale, contrastando la dispersione scolastica”. All’inaugurazione saranno presenti il sindaco Accorinti, il segretario generale della FIDAL Fabio Pagliara, il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Giacomo D’Arrigo, e Silvia Bosurgi (ex pallanuotista, medaglia d’oro Atene 2004) in qualità di testimonial. ll “Progetto Parchi” ha tra gli obiettivi quello di valorizzare le aree verdi con interventi di arredo urbano, incoraggiando la pratica sportiva con lo scopo di promuovere la salute. La corsa è tra tutte le attività fisiche la più semplice, la più economica e la più facile da mettere in pratica. Obiettivi sono accrescere il valore dello sport come benessere, salute autostima e inclusione sociale; ridurre i rischi per la salute che comporta uno stile di vita poco orientato al benessere fisico (patologie cardiovascolari, obesità, ipertensione, diabete e ipercolesterolemia); valorizzare i parchi pubblici; creare circuiti permanenti nei parchi più importanti d’Italia; fare attività di gruppo e favorire lo sport a Km 0; educare ed ispirare i giovani con un modello di vita sportiva. “Abbiamo sostenuto da subito il Progetto Parchi della FIDAL perché lo Sport è da sempre lo strumento per eccellenza per favorire l’inclusione sociale dei giovani, le pari opportunità, il contrasto alla dispersione scolastica e l’adozione di stili di vita salutari. Questo infatti rientra nella più ampia strategia di promuovere lo sport, anche tramite Erasmus+, come strumento di educazione non formale indispensabile per la crescita socio-culturale dei nostri ragazzi, con lo scopo di trasmettere loro alcuni valori fondamentali nella vita di tutti i giorni come la solidarietà, la partecipazione attiva, lo spirito di squadra, la tolleranza e la coesione sociale. Dichiara Giacomo D’Arrigo, Direttore Generale Ang “La realizzazione di questi interventi – continua – favorisce inoltre la nascita di centri di aggregazione per le nuove generazioni diventando quindi preziosa occasione di rigenerazione delle città”. “FIDAL ha iniziato da tempo un percorso per promuovere il benessere fisico e la gioia di correre e riappropriarsi di spazi naturali che appartengono alle nostre città. Con il “Progetto Parchi” l’atletica, intesa come running ma anche come semplice camminata, diventa davvero uno sport per tutti, con un orizzonte che va al di là del puro agonismo e un’attenzione speciale al benessere. Creare circuiti permanenti nei parchi più importanti di Italia significa promuovere lo sport e la socialità e, soprattutto, gettare le basi per uno stile di vita sano che possa essere interiorizzato da tante persone, a partire dai giovani. Il Progetto Parchi è un investimento sul nostro futuro, e sono particolarmente felice di avere l’opportunità realizzarlo in Sicilia, nella mia terra” dichiara Fabio Pagliara, Segretario Generale FIDAL.
N° 40 • 11 gennaio 2018
SABATO 13 PRIMO INCONTRO DI CONSULTAZIONE PUBBLICA NELL’AMBITO DEL PROGETTO ARRIVAL CITIES FINANZIATO DAL PROGRAMMA URBACT III
Sabato 13, alle ore 9.30, al Centro Polifunzionale “I’m” di via F. Bisazza, si svolgerà il primo incontro di consultazione pubblica organizzato nell’ambito del progetto “Arrival Cities” del programma URBACT III, finanziato dalla Commissione Europea, che aiuta le città a sviluppare strumenti e soluzioni pragmatiche alle sfide politiche comuni, agendo insieme su un doppio livello, “transnazionale” per lo scambio e la cooperazione e “locale” per la costruzione di un Piano di Azione Locale, condiviso con gli attori del territorio. Obiettivo dell’incontro di consultazione pubblica è consentire ai cittadini di apprendere maggiori informazioni sul progetto e sul suo stato di attuazione, ma soprattutto permettere la condivisione di problemi e soluzioni con l’Amministrazione e gli operatori sociali. L’assessora alle Politiche Sociali, Nina Santisi, esprime particolare soddisfazione “per il percorso intrapreso dall’Amministrazione, con il supporto del gruppo di lavoro dedicato, nell’ambito del network di Arrival Cities, che ha consentito di apprendere diverse buone pratiche da parte dei partner europei ma anche di far conoscere le iniziative in tema di seconda accoglienza, in particolare per i minori stranieri non accompagnati, che la Città di Messina sta promuovendo. Passare da un livello di gestione emergenziale, ad un livello di pianificazione e programmazione a medio/lungo termine – ribadisce l’assessora Santisi – è lo strumento più idoneo per consentire la costruzione di una vera comunità resiliente ed inclusiva e Arrival Cities consentirà alla città di dotarsi di un Piano Integrato di Azione Locale per le Politiche dell’Accoglienza, condiviso dai portatori di interesse chiamati a dare un contributo attivo alla sua stesura”. Nel corso dell’incontro di sabato saranno illustrati gli obiettivi del progetto, dando ampio spazio alle esperienze degli operatori del settore ed al conseguente dibattito. Come si ricorderà, il progetto “Arrival Cities” è l’unico network europeo chiamato ad affrontare la sfida dei flussi migratori, avendo come fine principale di trovare soluzioni locali ai problemi globali connessi alla crisi politico-economica. Le città di frontiera, in questo caso, sono quelle che più di altre si trovano a dover fare fronte alle emergenze che quotidianamente sono connesse alla gestione dell’accoglienza e della permanenza di chi arriva in Europa in cerca di pace e di una vita migliore. Messina è l’unica città italiana a far parte del network transnazionale che coinvolge, insieme alla nostra città, il Comune di Amadora (Portogallo), le città di Salonicco (Grecia), Riga (Lettonia) e Oldenburg (Germania), i Comuni di Roquetas de Mar (Spagna) e di Vantaa (Finlandia), la Circoscrizione di Val de Marne (Francia) e l’Università Tecnica di Dresda (Germania).

 

N° 39 • 11 gennaio 2018
PROGRAMMAZIONE INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE, DEBLATTIZZAZIONE E E DERATTIZZAZIONE: MARTEDÌ 16 L’ASSESSORE IALACQUA INCONTRA LE CIRCOSCRIZIONI
Per martedì 16, alle ore 9.30, nei locali del suo ufficio a Palazzo Zanca, l’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, ha indetto una riunione, invitando i presidenti delle sei Circoscrizioni, per concordare la programmazione di interventi di deblattizzazione, derattizzazione e disinfestazione. “A seguito dell’approvazione del bilancio preventivo 2017-2019 e grazie ad ulteriori risorse recuperate – sottolinea Ialacqua – sono a disposizione per l’anno in corso circa 150 mila euro per finanziare gli interventi di disinfestazione su tutto il territorio comunale, somme dieci volte superiori a quelle che annualmente l’Assessorato ha avuto fino ad oggi a disposizione. I primi interventi, già avviati dal dipartimento Ambiente e Sanità, specificatamente e preliminarmente indirizzati su scuole, mercati, siti per la raccolta rifiuti, si inseriscono in una programmazione più ampia in corso di definizione da parte dello stesso Dipartimento, impostata sulla base delle linee guida indicate dall’Assessorato e delle segnalazioni avanzate nel tempo dai quartieri”. L’assessore Ialacqua ritiene necessario un confronto con i presidenti circoscrizionali per condividere e/o integrare la programmazione degli interventi sulla base delle emergenze e/o delle criticità periodicamente rilevate.
N° 38 • 11 gennaio 2018
ATTIVITÀ ARTISTI DI STRADA: PROROGATA AL 21 GIUGNO L’ORDINANZA SINDACALE CHE LE AUTORIZZA
Con ordinanza n. 2 di oggi, giovedì 11, sono stati prorogati al 21 giugno gli effetti di quelle precedenti, n. 174 del 21 giugno e n. 394 del 28 settembre scorsi, che il sindaco, Renato Accorinti, aveva firmato per autorizzare temporaneamente l’esercizio dell’arte di strada nel territorio comunale. In attesa che il Consiglio comunale si pronunci sulla proposta di regolamento che dovrebbe disciplinare in maniera permanente l’arte di strada, i provvedimenti sono stati disposti per continuare a far vivere questa forma artistica in città, consolidando lo sviluppo di forme culturali innovative che hanno incontrato il gradimento del pubblico. L’ordinanza conferma agli artisti di strada gli stessi obblighi e divieti già stabiliti, compreso il rispetto degli orari di svolgimento delle esibizioni.
N° 37 • 11 gennaio 2018
STASERA SEDUTA STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE – MERCOLEDI’ 17 L’AVVIO DI UNA NUOVA SESSIONE CONSILIARE
Oggi, giovedì 11, alle ore 18, il Consiglio comunale è stato convocato in seduta straordinaria e urgente. L’ordine del giorno dei lavori d’Aula prevede la riformulazione del piano di riequilibrio e la surroga dell’ex consigliera comunale Elvira Amata con nomina e convalida dell’elezione dell’avvocato Salvatore Serra. Mercoledì 17, alle ore 13, il Consiglio comunale tornerà a riunirsi per l’avvio di una nuova sessione consiliare. I lavori d’Aula comprendono trentasei proposte deliberative, dieci interrogazioni e cinque ordini del giorno. Tra i provvedimenti da discutere figurano il regolamento per l’uso condiviso dei beni comuni della città di Messina e dei beni sottoposti al principio di sussidiarietà civica; il regolamento attuativo per il bilancio partecipativo – partecipazione attiva dei cittadini ai processi decisionali dell’ente locale; il conferimento della cittadinanza onoraria al Rettore Maggiore dei Salesiani, Angel Fernandez Artime; il regolamento comunale per l’autorizzazione all’installazione e all’esercizio di impianti per radiotelecomunicazioni; il regolamento comunale per l’esecuzione di interventi nel sottosuolo stradale di proprietà o di uso pubblico; l’approvazione del regolamento per l’assegnazione e la gestione degli orti urbani e periurbani a coltivazione biologica; i bilanci consuntivi degli esercizi finanziari 2013, quello rimodulato del 2014 e di previsione degli esercizi finanziari 2013 e 2014 dell’ATM; il regolamento per il verde urbano di Messina; il regolamento comunale attuativo della normativa per il riconoscimento dell’albergo diffuso; modifica e integrazione del vigente Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) con l’inserimento di ulteriori aree pedonali confinanti con l’area pedonale Cairoli; variante parziale di tutela ambientale al vigente P.R.G. della città di Messina; e la proposta di regolamento per l’esercizio dell’arte di strada nel Comune di Messina. Alcune delle dieci interrogazioni interessano riduzioni ed esenzioni Tari 2016; fondi Pac per il potenziamento degli asili nido; impianti di riscaldamento nelle scuole; area Falcata e via Don Blasco attività di controllo del territorio e repressione delle discariche ivi presenti; e regolamentazione attività guide turistiche. I cinque ordini del giorno sono il potenziamento di strutture diurne e l’apertura di centri diurni; l’autorizzazione alla celebrazione di matrimonio di rito civile fuori dalla casa comunale; la mozione per il bando delle armi nucleari (approvata dal Consiglio regionale Anci Sicilia nella seduta del 17 luglio 2017); la salvaguardia della lingua dialettale messinese, altrimenti detta parlata messinese ed azioni per la sua conoscenza e diffusione tra le giovani generazioni; e la richiesta di riconoscimento nella Regione Siciliana della Giornata della Macchia Mediterranea in Sicilia.
N° 36 • 11 gennaio 2018
OPERE CANTIERABILI: NOTA DELL’ASSESSORE DE COLA
L’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola, ha trasmesso una nota in merito alle critiche apparse sui media nei giorni scorsi relativamente alla presunta mancanza di progettualità e/o visione della città:

“È vero che una parte dei lavori e delle opere andati ora a finanziamento e quindi in cantiere – o comunque diventati cantierabili – stava nei ”cassetti” del Comune. Ma si trattava spesso solo di idee, o poco più di semplici copertine, oppure di ipotesi così datate da non essere nemmeno considerabili. Non è un caso che nel passato le opere prospettate non siano state realizzate. Non è un caso perché questa Amministrazione ha messo ordine nel cosiddetto parco-progetti, ha eliminato tutti quelli che non si sarebbero potuti aggiornare o che, semplicemente, non erano necessari, ha individuato quelli ancora validi, e li ha portati – appunto – dal livello di “enunciazioni” a livello di progetto, contemporaneamente ricercando tutte le possibili linee di finanziamento che ne garantissero la effettiva realizzazione. Non solo. La Giunta – prosegue De Cola – ha fatto in modo che nuovi progetti fossero redatti e, anche in questo caso, trovassero i fondi per essere portati a compimento. Facciamo qualche esempio. La cosiddetta nuova via Don Blasco è stata ipotizzata a partire dal 1989. Ha avuto un iter lungo e tortuoso. Noi ne abbiamo completato i finanziamenti e abbiamo portato il progetto all’approvazione definitiva che ha consentito di espletare la gara d’appalto e firmare il 26 ottobre 2017 il contratto. Un appalto da 27 milioni di €, atteso da quasi trent’anni, è diventato realtà. Il progetto di risanamento di Bisconte Cataratti ha avuto inizio negli anni 90, noi abbiamo completato l’iter approvativo ottenendo la valutazione di Impatto Ambientale e abbiamo ottenuto l’intero finanziamento, che non esisteva nemmeno in quota parte. Si tratta di quasi 30 milioni (per l’esattezza 29.990.000). Il Porto di Tremestieri? L’iter per il progetto del porto è iniziato nel 2006, insieme all’Autorità Portuale abbiamo completato l’iter approvativo e completato i finanziamenti. L’appalto vale 74 milioni di € ed è probabile che sia completato entro l’estate del 2019. Sempre per il nuovo porto bisogna anche dire che il Comune ha incaricato, usando fondi a parte, il Danish Hydraulic Institute dello studio meteo-marino della costa Ionica del Comune a sud della Falce. Lo studio (è in libera distribuzione si può scaricare dal sito del Comune) è stato utilizzato per raffinare il progetto del Porto, per fare simulazioni sui fenomeni di insabbiamento dell’attuale approdo a Tremestiari e sarà probabilmente utilizzato per alcune opere di protezione del litorale sud tra cui quella relativa a Giampilieri Marina (Case Raciti) già finanziata per 4 milioni di €. Parlando di opere più piccole, ma comunque importanti, si ricorda che sono già andati a finanziamento:

  • Codice Rendis 19IR684/G1 – punteggio 105,80 – Progetto di fattibilità tecnica-economica (aggiornato al D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i.) 1° stralcio funzionale dei lavori di “Sistemazione idraulica e realizzazione di una strada di collegamento tra i villaggi di Bordonaro Inferiore e Bordonaro superiore” importo € 3.470.000,00. Adeguato al D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i.. Progetto già interamente finanziato con il Patto per il Sud.
  • Codice Rendis 19IC75/G1 punteggio 149,00 – Progetto di fattibilità tecnica-economica relativo agli interventi di mitigazione del rischio “Alluvioni” con opere di sistemazione in alveo e dei sistemi arginali dei Torrenti Larderia, Papardo, Salemi-Gesso, Ortoliuzzo a salvaguardia della popolazione e del tessuto economico € 47.888.207,30. Del progetto è stato finanziato uno 1° stralcio funzionale relativo al torrente Papardo per € 7.900.000,00 con il Patto per la Città di Messina.
  • Codice Rendis 19IR521/G1 – Progetto di fattibilità Tecnica-Economica dei lavori di “Mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti di costa a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone Mezzana Tono Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e di mettere in sicurezza gli immobili dal pericolo mareggiate” 1° stralcio funzionale: località Casabianca-Mezzana € 5.145.000,00. Il progetto generale è stato approvato in Conferenza Speciale dei Servizi in data 18.01.2017 è corredato del Verbale di verifica completezza documentazione, Parere di conformità urbanistica, studio VINCA e decreto di esclusione VIA. Il progetto per l’importo di € 3.649.775,00 è stato finanziato nel Patto per la Sicilia.
  • Codice Rendis 19IR522/G1 – Progetto di fattibilità Tecnica-Economica dei lavori di “Mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti di costa a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone Mezzana Tono Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e di mettere in sicurezza gli immobili dal pericolo mareggiate” 2° stralcio funzionale: località Mezzana-Tono-Mulinello € 11.140.000,00. Il progetto per l’importo di € 3.410.259,18 è stato finanziato nel Patto per la Sicilia.
  • Codice Rendis 19IR014/G3 – Lavori di messa in sicurezza dell’attraversamento del torrente Portella Arena in corrispondenza della Cooperativa “Futura” per € 650.000,00 finanziato con il Patto per la Città di Messina.
  • Codice Rendis 19IRC78/G1 – Indagini geognostiche e monitoraggio inclinometrico della frana posta nel centro abitato di Pezzolo – Messina per € 121.500,00 finanziato con il Patto per la Città di Messina.
  • Codice Rendis 19IRC79/G1 – Indagini geognostiche e monitoraggio inclinometrico della frana posta nel villaggio di Altolia – Messina per € 269.800,00 finanziato con il Patto per la Città di Messina.
  • Intervento per la mitigazione del rischio idrogeologico nel villaggio Mili S. Pietro per € 1.270.000,00 finanziato PAC III – Nuove Azioni – Scheda 5.B6 –Az.A1.
  • Codice Rendis 19IR510/G1 – Progetto di risanamento costiero e difesa dell’erosione nel tratto S. Margherita-Galati Marina Messina dell’importo di € 4.500.000,00 finanziato nel Patto per la Sicilia.
  • Codice Rendis 19IRC74/G1 – Intervento per la mitigazione del rischio idraulico medianti l’eliminazione di alcuni attraversamenti e guadi con la realizzazione di manufatti preferibilmente prefabbricati, a tutela della sicurezza pubblica per € 3.000.000,00 finanziato con il Patto per la Città di Messina.

Altri progetti di piccole opere già presentati per finanziamento sul bando regionale 5.1.1.:

  • “Sistemazione idraulica e realizzazione di strada di collegamento tra i villaggi di Bordonaro Inferiore e Bordonaro Superiore” – 2° STRALCIO DI COMPLETAMENTO di importo complessivo pari a €. 3.544.438,03. Codice Rendis 19IR684/G1.
  • Mitigazione del rischio idraulico di un tratto del torrente Papardo compreso tra l’omonimo ospedale e la confluenza a monte dei torrenti Papardo e Sullaro. – Stralcio funzionale – Importo complessivo di € 3.381.470,00. Codice Rendis 19IC75/G1.
  • “Interventi di mitigazione del rischio “alluvioni” con opere di sistemazione in alveo e dei sistemi arginali dei torrenti larderia, papardo, salemi-gesso, ortoliuzzo a salvaguardia della popolazione e del tessuto economico” – 2° STRALCIO FUNZIONALE: TORRENTE LARDERIA avente un importo complessivo di €. 18.826.396,28. Codice Rendis 19IC75/G1.
  • Progetto per la sistemazione idraulica del Torrente Annunziata e ricostruzione alveo dissestato” avente un importo complessivo di €. 2.000.000,00. Codice Rendis 19IR008/G3.
  • Ripristino ed adeguamento funzionale del torrente Boccetta in contrada Scoppo del Comune di Messina” dell’importo complessivo di € 1.277.000,00. Codice Rendis 19IR006/G3. Demolizione e ricostruzione del ponte ORTERA sul torrente S. Stefano nel villaggio S. Margherita” – Importo complessivo € 1.375.000,00. Codice Rendis 19IR674/G1.
  • Lavori di ricostruzione e consolidamento dei muri d’argine, attraversamenti e profilatura dell’alveo del torrente San Michele“. Importo complessivo € 7.300.000,00. Codice Rendis 19IR009/G3.
  • Messa in sicurezza idraulica del torrente Galati tra le Contrade Barrace e Pozzo e realizzazione di un ponte in Contrada Pozzo” dell’importo complessivo di € 2.550.000,00. Codice Rendis 19IR676/G1.
  • Lavori per la realizzazione della strada di collegamento tra la SS 113 ed il Villaggio di Rodia (lungomare Joe Piraino). Importo complessivo € 1.800.000,00. Codice Rendis 19IR494/G1.
  • Lavori di Riqualificazione urbana, miglioramento della viabilità, messa in sicurezza e rinaturalizzazione dell’alveo dissestato del tratto urbano del Torrente Annunziata”. Importo complessivo € 6.030.000,00. Codice Rendis 19IRC76/G1.
  • Progetto per la sistemazione del versante in frana in località Tremonti – Complesso Città Giardino” 4° lotto”. Importo complessivo € 3.100.000,00. Codice Rendis 19IRC77/G1. Opere di consolidamento e protezione del versante meridionale dell’abitato di Bordonaro – R4 del Comune Di Messina” – dell’importo complessivo di € 850.000.00. Codice Rendis 19IR273/G1. Sistemazione dell’area in frana compresa tra via Noviziato Casazza – Via Sciva e Viale Italia”. Importo complessivo €. 2.900.000,00. Codice Rendis 19IRC80/G1.
  • Progetto dei lavori di Mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti di costa a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone Mezzana Tono Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e di mettere in sicurezza gli immobili dal pericolo mareggiate”- 1° Stralcio Funzionale Sito: Casabianca – avente un importo complessivo di €. 5.145.000,00. Codice Rendis 19IR521/G1.
  • Progetto dei lavori di Mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti di costa a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone Mezzana Tono Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e di mettere in sicurezza gli immobili dal pericolo mareggiate”- 2° Stralcio Funzionale Sito: Mezzana, Mulinello, Tono – avente un importo complessivo di €. 11.140.000,00. Codice Rendis 19IR522/G1. Importo richiesto a finanziamento di €. 7.729.740,82 in quanto l’importo di €. 3.410.259,18 è stato già finanziato con il Patto per il Sud.
  • Progetto dei lavori di Mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti di costa a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone Mezzana Tono Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e di mettere in sicurezza gli immobili dal pericolo mareggiate”- 3° Stralcio di completamento – Sito: Rodia Marmora, Rodia Puccino, Capo Rasocolmo, Acqualadrone – avente un importo complessivo di €. 8.530.000,00. Codice Rendis 19IRC81/G1. – Responsabile Unico del Procedimento Ing. Antonino Cortese.
  • Domanda di partecipazione trasmessa con Protocollo n. 248068 del 09/10/2017 – supporto informatico relativo al progetto “Lavori urgenti di salpamento e rifioritura delle barriere frangiflutti esistenti lungo il litorale ionico del Comune di Messina” dell’importo complessivo di € 2.472.000,00. Codice Rendis 19IR516/G1.
  • Lavori urgenti di salpamento e rifioritura delle barriere frangiflutti esistenti lungo il litorale tirrenico del Comune di Messina” dell’importo complessivo di € 2.803.300,00. Codice Rendis 19IR517/G1.
  • Interventi di mitigazione del rischio alluvioni con opere di adeguamento e sistemazione dell’alveo e dei sistemi arginali dei torrenti San Filippo, Zafferia, Mili e Marmora a salvaguardia della pubblica e privata incolumità” – 1° Stralcio funzionale: Torrente Zafferia, avente un importo complessivo di €. 30.465.865,77. Codice Rendis 19IRD39/G1.
  • Interventi di consolidamento e sistemazione idrogeologica della collina sovrastante il vallone Canne (Vallediana) e il nucleo abitativo antistante la stazione ferroviaria Ponte Schiavo a salvaguardia della pubblica e privata incolumità del Comune Di Messina” – dell’importo complessivo di € 2.693.280.09. Codice Rendis 19IR500/G1.
  • Interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in località Tarantonio – Comune di Messina” dell’importo complessivo di € 5.544.054,94. Codice Rendis 19IR761/G1.

Si aggiunga – per dare un’idea più precisa del lavoro svolto da questa Amministrazione – che nel 2013, per la manutenzione stradale si spendevano circa 900 € mentre nel 2017 sono stati spesi, anche per gli atti approvati in Consiglio, 3 milioni e 700 mila €. Secondo noi tutto quanto abbiamo fatto e continuiamo a fare – dalla sistemazione del manto stradale alle grandi opere – è semplicemente quanto deve fare una amministrazione cittadina. Non consideriamo “eroico” il nostro impegno, lo consideriamo come un atto dovuto alla città e alla cittadinanza. In quanto alla visione strategica di cui – secondo alcuni consiglieri comunali e alcuni sindacati – questa Amministrazione sarebbe carente, è facile ricordare che questa Giunta ha prodotto una variante urbanistica che dopo avere avuto un rallentamento di oltre un anno per le richieste avanzate dall’Assessorato Regionale Territorio Ambiente e annullate dal TAR, è in attesa da 11 mesi di valutazione da parte del Consiglio Comunale e che tale variante indica un punto fondamentale della nostra visione strategica per la nostra città: l’irrinunciabilità della tutela e della messa in sicurezza del territorio. È doveroso ricordare anche – conclude l’Assessore – che è a buon punto la redazione dello schema preliminare di Piano regolatore (passaggio obbligatorio previsto dalle norme) i cui elementi fondativi sono stati resi noti da mesi, sia in incontri pubblici che in Commissione Consiliare, lo schema di Piano sarà presentato nei prossimi mesi al Consiglio e se non fossero intervenuti i ritardi prima esposti saremmo già in fase di discussione avanzata anche del nuovo PRG strumento che contiene gran parte della visione futura della città: sicurezza del territorio, mobilità urbana sostenibile, sviluppo turistico e culturale, rigenerazione urbana”.

N° 35 • 11 gennaio 2018
SCUOLA PASCOLI – CRISPI: NOTA DELL’ASSESSORE ALAGNA
“Abbiamo ricevuto ieri, mercoledì 10, la nota del SIAV-ASP, preannunciata nella giornata precedente, che conferma quanto comunicatoci informalmente in corso di sopralluogo e apparso evidente ai più, ovvero la necessità di ‘un più approfondito intervento di pulizia straordinaria’. E’ quanto sottolineato dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Federico Alagna, che prosegue evidenziando che il SIAV ha aggiunto che si ritiene opportuno, nelle more dell’ultimazione degli interventi suddetti, che le attività scolastiche vengano svolte in altra sede. Alla luce di questa raccomandazione, i soggetti istituzionalmente responsabili per questo tipo di intervento gestionale, ovvero il dirigente del dipartimento Politiche Culturali ed Educative per il Comune e la dirigente scolastica per l’Istituto Comprensivo, hanno immediatamente reperito altri locali e disposto il trasferimento degli alunni delle classi interessate secondo modalità e calendario determinati dalla dirigente stessa e comunicati all’utenza. Contestualmente, sempre alla luce delle rispettive competenze, la dirigente scolastica sta provvedendo a reperire una ditta specializzata per la realizzazione degli interventi richiesti e potrà avvalersi del supporto del dipartimento Manutenzioni Immobili Comunali per quanto concerne eventuali ulteriori interventi di tinteggiatura. Ieri è stato realizzato un ulteriore sopralluogo dallo SPRESAL-ASP, del quale attendiamo il verbale ma che, stando a quanto comunicatoci informalmente, dovrebbe limitarsi a prendere atto degli interventi disposti alla luce del sopralluogo del SIAV, confermandone la correttezza. Oggi sono attesi i risultati delle rilevazioni ARPA, ma in attesa di essi è bene tornare nuovamente su un punto fondamentale: ad oggi, nessuna comunicazione pervenuta ai miei uffici segnala la presenza di tossicità nell’aria, né tali argomentazioni sono emerse nel corso dei sopralluoghi. Rinnovo il mio invito a coloro i quali affermano il contrario, ingenerando ulteriore preoccupazione nelle famiglie, a trasmettere agli uffici competenti per legge ad intervenire (ovvero la dirigente scolastica e il dirigente del dipartimento Politiche Culturali ed Educative del Comune), e al sottoscritto per conoscenza, la documentazione che attesterebbe ciò, al fine di consentire un sollecito e ulteriore intervento a tutela degli alunni e del personale scolastico. Qualora invece tale documentazione non esista, – conclude Alagna – l’invito è quello ad attenersi a quanto certificato dal personale medico e tecnico deputato a fare questo tipo di valutazioni (in primis ASP e ARPA), evitando di esasperare gli animi e ingenerare ulteriore preoccupazione nelle famiglie”.

Top