Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

Sanzioni per eccesso di velocità

Le sanzioni per eccesso di velocità sono state ripartite in quattro fasce a seconda del valore della velocità accertata in eccesso; sono previste sanzioni accessorie solo per le ipotesi più gravi:

  • prima fascia: superare i limiti massimi di non più di 10 km/h (art. 142, c. 7):
    • sanzioni pecuniari più lievi, € 41,00
    • no sanzioni accessorie,
    • no annotazione ai fini della sospensione della patente,
    • no detrazione punteggio patente;
  • seconda fascia : superare i limiti massimi di velocità di oltre 10 km/h ma meno di 40 km/h (art. 142, c. 8):
    • sanzioni pecuniari meno lievi, €168,00
    • no sanzioni accessorie,
    • si detrazione punteggio patente; punti 3
  • terza fascia : superare i limiti massimi di velocità di oltre 40 km/ ma di non oltre 60 km/h (art. 142, c. 9) :
    • sanzioni pecuniari più gravi, €527,00
    • sanzione accessoria sospensione patente,
    • si detrazione punteggio patente; punti 6
  • quarta fascia : superare i limiti massimi di velocità di oltre 60 km/h (art. 142, c. 9 bis):
    • sanzioni pecuniari molto gravi, €821,00
    • sanzione accessoria sospensione patente,
    • si detrazione punteggio patente. punti 10

Quando l’accertamento dell’illecito è realizzato con l’ausilio di tecnologie di controllo remoto o, comunque, senza procedere al fermo del veicolo del trasgressore e alla sua identificazione immediata, la sanzione accessoria della sospensione della patente non può essere disposta nei confronti dell’intestatario del veicolo (comunque tenuto al pagamento della sanzione pecuniaria principale) a meno che non sia dimostrato che egli era, sicuramente, alla guida.

Ai sensi dell’art. 218 bis CDS introdotto dalla legge n. 120/2010, i neopatentati sono soggetti, in linea del tutto generale, a un più severo criterio sanzionatorio, salvo diverse specifiche disposizioni di singoli articoli del codice (es. artt. 117, 148). In particolare se un conducente ha conseguito la patente B da meno di tre anni la sospensione della patente è aumentata di un terzo alla prima infrazione ed è raddoppiata per le infrazioni successive.
Per le sopra citate violazioni, l’accertamento può essere effettuato mediante i dispositivi di rilevamento a distanza di cui all’art. 4 legge n. 168/2002, come da art. 201 c.1 bis, voce f.
Per le violazioni dei commi 9 e 9 bis commesse da titolari di patente C, CE, D, DE nell’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone o cose è previsto il pagamento della sanzione direttamente nelle mani dell’agente accertatore ai sensi dell’art. 202 c. 2 bis CDS.

Top