Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

Indagine

L’indagine sui consumi delle famiglie rappresenta uno strumento attraverso il quale poter descrivere, analizzare ed interpretare i comportamenti di spesa delle famiglie residenti in Italia.
Tale indagine, di tipo campionario, rileva le spese familiari per consumi con particolare attenzione agli aspetti sociali ed economici delle condizioni di vita delle famiglie.
La rilevazione, fino al 2012, veniva effettuata tutti i mesi dell’anno, nell’anno 2013 e’ stata svolta solo nei primi nove mesi dell’anno, ed a decorrere dal 2014 non e’ piu’ a carico dei comuni.
Le famiglie da intervistare sono estratte in modo casuale dalle liste anagrafiche del comune campione. Oltre a tali famiglie (che compongono l’elenco base degli intestatari delle schede di famiglia), viene selezionato anche un secondo gruppo di famiglie (che costituiscono l’elenco suppletivo degli intestatari delle schede di famiglia) da utilizzare in caso di rifiuto iniziale, irreperibilita’ o impossibilita’ a collaborare della famiglia ”base”.
In tutta Italia il campione e’ composto da circa 3.384 famiglie di cui 72 nella citta’ di Messina.
La rilevazione si basa su due diverse tecniche di raccolta dati:

l’autocompilazione di un diario, sul quale la famiglia registra gli acquisti per un periodo di 7 giorni;
un’intervista finale diretta (faccia a faccia) condotta dal rilevatore comunale.
Ogni famiglia tiene nota quotidianamente, per un solo periodo di riferimento, delle spese effettuate per generi di largo consumo (alimentari, tabacchi, giornali, ecc.) mediante un apposito questionario denominato Libretto degli acquisti. Qualora ve ne siano le condizioni, la famiglia deve compilare anche il Taccuino degli autoconsumi per registrare eventuali beni autoprodotti e consumati nel periodo di riferimento.
Nella prima settimana del mese successivo all’autocompilazione del Libretto degli acquisti viene effettuata una intervista conclusiva nella quale vengono rilevate, mediante un questionario denominato Riepilogo delle spese familiari, caratteristiche socio-demografiche dei componenti la famiglia, caratteristiche dell’abitazione, e possesso di beni durevoli, oltre a tutte le altre spese non rilevate tramite il Libretto degli acquisti. Le spese sono generalmente riferite all’ultimo mese, ad eccezione delle spese per l’acquisto di beni durevoli e delle spese eccezionali, per le quali si fa riferimento agli ultimi tre mesi o agli ultimi dodici mesi.

Top