Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

DOMENICA 26 DAVE BURRELL E LA FILARMONICA LAUDAMO CREATIVE ORCHESTRA


Domenica 26, alle ore 18, al Palacultura Antonello, appuntamento con Dave Burrell & la Filarmonica Laudamo creative orchestra. Un grande evento con protagonista il leggendario pianista e compositore americano Dave Burrell, sul palco insieme a quasi trenta musicisti di Messina e Reggio Calabria. Nella prima parte del concerto, il pianista si esibirà in duo con l’eccellente soprano messinese Veronica Cardullo, per la prima europea dell’opera «American Civil War – part V» il cui libretto è stato scritto dalla poetessa Monika Larsson, anche lei presente a Messina per l’occasione. L’opera è stata commissionata in occasione del 150º anniversario della Guerra Civile Americana. Nella seconda parte il celebre pianista sarà protagonista con il grande ensemble di musicisti delle due aree dello Stretto, uniti sotto il segno della creatività, che affronteranno composizioni di Burrell e Thelonious Monk. I musicisti della Filarmonica Laudamo Creative Orchestra, diretta da Dave Burrell, che si esibirà al pianoforte, saranno Rosalba Lazzarotto ed Erika La Fauci voce; Giuseppe Corpina e Antonio Scimone, clarinetto; Antonino Cicero, fagotto; Carmelo Coglitore, sax soprano; Maria Merlino, sax baritono – sax alto; Giovanni Randazzo, sax tenore; Demetrio Spagna, sax tenore; Daniele Colistra, sax baritono – sax alto; Valentina Cappello, tromba; Irene Ruiz Larios, flauto; Giovanni Alibrandi, violino; Giancarlo Mazzù, chitarra; Alessandro Blanco chitarra, Sergio Silipigni chitarra, basso tuba; Melo Mafali, synth – electronics; Luciano Troja, pianoforte; Deborah Ferrraro, arpa; Nuccio Perrotta, Flavio Gullotta e Beppe Santamaria, contrabbasso; Filippo Bonaccorso, Bruno Milasi e Federico Saccà, batteria. L’orchestra, ideata dalla Filarmonica Laudamo, è un progetto di valorizzazione e perfezionamento della realtà musicale del territorio. Per l’occasione, Dave Burrell ha lavorato intensamente con questo ensemble multigenerazionale assemblato appositamente e composto da musicisti di Messina e Reggio Calabria, provenienti sia dal jazz che dalla musica classica. Il progetto, del tutto sperimentale, è proiettato per mantenersi nel futuro ed accogliere altri nuovi musicisti del territorio, con l’intento di favorire lo scambio culturale tra i componenti dell’ensemble e con importanti esponenti della musica contemporanea. Dave Burrell, classe 1940, è un artista inimitabile, lontano dai riflettori dello show-business. Fa parte di diritto della storia e della cultura musicale americana contemporanea. Il suo pianismo e i lavori richiamano il blues, il gospel, la tradizione di Jelly Roll Morton e Duke Ellington, ma anche l’avanguardia di Monk e Coltrane. Per la sua visione storica e musicale a 360 gradi, l’artista è stato destinatario di importanti commissioni. Burrell è regolarmente ospite della National Public Radio Americana nelle occasioni più significative quali le celebrazioni di Morton, Armstrong e Bernstein. E’ stato anche il pianista di alcune registrazioni destinate a rimanere per sempre nella storia del jazz con importanti musicisti quali Archie Shepp (Blasé, Kwanza, Attica Blues, Montreux One -Two); Pharoah Sanders (Tauhid); Marion Brown (Jubalee, Three For Shepp); David Murray (Hope Scope, Lovers, DeepRiver, Ballads); Sunny Murray (New Africa) e William Parker (The Inside Songs of Curtis Mayfield). Ha tenuto corsi, masterclass e conferenze in tutto il mondo tra cui al Conservatoire Municipal di Parigi, alla Guildhall School of Music and Dance di Londra, alla New York University, Columbia University, e al Whitney Museum, a New York. Monika Larsson è una poetessa e librettista svedese che tra i suoi lavori ha scritto i testi di American Civil War. Ha studiato alla Gothenburg University in Svezia ed alla Sorbona di Parigi. Sta scrivendo un libro “A Jazz Life”, sui cinquant’anni attraverso il mondo con Dave Burrell e sul suo contributo alla musica contemporanea. Dalla loro collaborazione è nata anche l’opera Windward Passages, da cui il balletto Holy Smoke, e centinaia di brani documentati in registrazioni in USA, Europa e Giappone. Veronica Cardullo è una giovane soprano messinese che svolge un’intensa attività da solista con orchestre e gruppi da camera. Diplomatasi al Conservatorio Corelli di Messina, ha poi frequentato l’opera studio all’Accademia di Santa Cecilia, perfezionandosi, tra gli altri, con Ive Barthelemy, Walter Alberti, Fiorenza Cedolins, Bruno Praticò e Mariella Devia. Si è classificata ai primi posti in concorsi internazionali.

Top