Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

FILARMONICA LAUDAMO: BALLETTO SULLE NOTE DELLO ”STABAT MATER” DOMENICA 9 AL PALACULTURA


Domenica 9, alle ore 18, nuovo appuntamento al Palacultura con il balletto sulle note dello “Stabat Mater” di Luigi Boccherini, eseguito dalla Compagnia Koros GiovanEnsemble di Rita Colosi, che ne cura anche la regia e le coreografie. I ballerini della compagnia sono Gracy Corona, Serena Spampinato, Natalia Zirilli, Lucia Russo, Irene Cuscinà, Laura Marino, Elena Giacobbe, Chiara Salvo, Elena Alessandro, Anna Valenti e Giulia Trino. In scena vi saranno anche gli attori Sara Quartarone e Federico Pappalardo. Si tratta di una rilettura assai originale dello Stabat Mater, in cui alcune pagine per soprano e archi accompagneranno i ballerini nella trama della rappresentazione. Usando le parole della stessa Colosi: “Un allestimento volutamente minimalista, in un’atmosfera cruda ed essenziale, in uno spazio inteso non come “teatro” ma come mondo, strada, casa”. Rita Colosi, insegnante di danza, coreografa e regista, dal 1988 è direttore artistico della scuola di Danza KOROS, all’interno della quale crea nel 1997 la compagnia sperimentale GiovanEnsemble, giunta oggi alla sua terza generazione. Giovanissima, si perfeziona come borsista allo Steps Studio di New York, dove nel 1993 insegna tip tap e all’Hofstra University di Long Island. Studia anche all’Alvin Ailey American Dance Center, al Broadway Dance Center e al Luigi’s Jazz Center, dove ottiene la qualifica di insegnante di Luigi’s Jazz Technique, e si specializza in tecniche e stili del Musical Americano. Inizia la sua carriera di coreografa professionista nel 1994 firmando le coreografie del musical Jesus Christ Superstar, per la regia di Massimo R. Piparo. Per l’Ente Teatro di Messina ha coreografato Macbeth, La Traviata, Carmen, Rigoletto (dir. M. Arena); Uno sguardo dal ponte (regia di G. Patroni Griffi); La vedova allegra (regia di Simona Marchini; dir. N. Muus); Ernani (regia di Beppe De Tomasi; dir. A. Licata); per Taormina Arte Turandot e due edizioni di Aida (regia E. Castiglione). Per le principali associazioni concertistiche e per i maggiori enti siciliani, ha messo in scena numerosi spettacoli, tra cui Ciak!…si danza!, MozarTanz – Pensieri sul Requiem, Ballant!, Extravaganza, InCantoGospel, Freedom, Broadway Souvenir, Christmas…l’amour!, Il carnevale degli animali e Danzando il sorriso–Omaggio a Totò tra musica e poesia. Dal 2010 è docente di Tecniche di consapevolezza corporea al Conservatorio di Musica “A. Corelli” ed è tra gli autori del volume Suono e immagine, pubblicato al conservatorio peloritano. Autrice del libro La Sinfonia del corpo – Manuale di consapevolezza ed espressione corporea, nel 2015 è stata assistente del M° Micha van Hoecke per il progetto di danza del teatro Vittorio Emanuele e per gli spettacoli Comme un souvenir e Pastorale. Per l’Università di Messina è stata tra i docenti del master “Il teatro antico e moderno” e per la Biblioteca Regionale ha tenuto un seminario dal titolo “La grande danza” al Teatro antico di Taormina. Il prossimo appuntamento della Filarmonica Laudamo al Palacultura Antonello è previsto domenica 23, sempre alle 18, con l’ensemble di musica antica Les Elemènts, nel concerto “I fiati nel barocco”, con Piero Cartosio flauto diritto, traversiere, Alessandro Nasello flauto diritto, fagotto, Giannalisa Arena clavicembalo, Maurizio Salemi violoncello, con le musiche di Quantz, Telemann e Fasch.

Top