Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

L’AMMINISTRAZIONE ACCORINTI HA INCONTRATO IERI LA QUARTA CIRCOSCRIZIONE

Proseguono gli incontri decentrati dell’Amministrazione comunale, che ieri, martedì 28, si è riunita nella sede della quarta circoscrizione in via dei Mille. “Siamo felici di incontrare collegialmente le Circoscrizioni, – hanno dichiarato il sindaco, Renato Accorinti, e i componenti l’Esecutivo, – poichè si tratta di importanti occasioni di confronto diretto con la città, che permettono di ascoltare le istanze e le necessità del territorio. Il decentramento è il passaggio istituzionale più immediato per costruire e realizzare la partecipazione diretta dei cittadini alla gestione della città”. I lavori si sono articolati in due tempi: alle 16.30, il Sindaco e la Giunta hanno svolto la riunione deliberativa, approvando alcune modifiche al regolamento per la tassa di soggiorno, la rideterminazione degli oneri concessori, alcune delibere tecniche riguardanti il patrimonio e gli incarichi legali. Alle 17.30 il Consiglio circoscrizionale si è unito alla Giunta per una seduta aperta ai cittadini. Prima dell’indirizzo del Sindaco, l’assessora al Decentramento, Nina Santisi, ha illustrato i contenuti della bozza di proposta di delibera, per l’attuazione del decentramento che responsabilizza le Circoscrizioni alla diretta gestione delle risorse ed individua gli ambiti di intervento, le quote di bilancio comunale assegnate ed i criteri di ripartizione delle risorse alle sei circoscrizioni. Si prevede che vengano decentrate le competenze relative a: Manutenzione strade e marciapiedi; Manutenzione impianti di pubblica illuminazione; Arredo urbano; Cultura; Sport e Toponomastica. A queste funzioni vengono assegnate il 50 per cento delle risorse previste per i Dipartimenti centrali competenti, fatta eccezione per la Manutenzione di strade, marciapiedi e Impianti di pubblica amministrazione, per le quali si prevede l’erogazione del 50 per cento del budget annuale, solo se gli stanziamenti di bilancio risultino superiori a un milione di euro. Le risorse verranno suddivise tra le circoscrizione in base a tre criteri: popolazione residente (con peso percentuale del 30 per cento), superficie (peso percentuale 40 per cento), quota fissa (30 per cento). Durante la riunione è stato chiarito che, sebbene questo vincolo entri in vigore con il bilancio 2018-20, verrà dato un indirizzo ai dirigenti dei competenti dipartimenti a dare attuazione al contenuto della delibera che avrà carattere immediatamente esecutivo, durante la gestione del bilancio 2017-19. Successivamente è stato aperto un ampio e costruttivo dibattito, introdotto dal presidente della Circoscrizione, Francesco Palano Quero, che con i consiglieri ha affrontato temi di rilevanza per la Città. Sono state poi affrontate tematiche afferenti precedenti deliberazioni e interrogazione del Consiglio decentrato: dalla Variante di Salvaguardia alla STU-Tirone, dalla riqualificazione della Piazza del Popolo al recupero e rilancio del Mercato Muricello, dalle problematiche di accesso e viabilità di Puntale Arena e Montepiselli a quelle relative all’arredo urbano e al verde pubblico, alle tematiche del trasporto pubblico, alla viabilità, alle strategie di pedonalizzazione del centro urbano, fino alla gestione della tassa di soggiorno. Gli assessori hanno discusso con i consiglieri ciascun argomento, entrando nel merito delle problematiche, ascoltando le sollecitazioni e recependo i suggerimenti e gli spunti. Unanime l’apprezzamento per questa iniziativa che, anche a memoria dei più “anziani”, è senza precedenti. Gli incontri della Giunta con le Circoscrizioni proseguiranno martedì 11, nella sede della terza municipalità. Domani, giovedì 30, e venerdì 31, l’assessora Santisi discuterà la delibera sul decentramento con le altre circoscrizioni. “Un’esperienza importante che va nel solco della partecipazione e dell’avvicinamento dei cittadini alle istituzioni – ha aggiunto Accorinti – con la speranza di ricostruire la voglia popolare di politica che ha caratterizzato la vita democratica in Italia che deve rinascere, con la moltiplicazione dei circoli, dei centri di incontro, di discussione e confronto”.

Top