Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

“L’ITALIA CAMBIA STRADA-VERSO GLI STATI GENERALI DELLA MOBILITÀ NUOVA”: IL VICESINDACO CACCIOLA HA PARTECIPATO AL CONVEGNO DI PESARO


Il vicesindaco e assessore con delega alla Mobilità, Gaetano Cacciola, ha partecipato ieri, venerdì 15, ed oggi, sabato 16, al convegno “L’Italia Cambia Strada-Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova”, organizzato dal Comune di Pesaro, Regione Marche, Legambiente, con il patrocinio di Anci e in collaborazione con Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce e Rete Mobilità Nuova. Gli Stati Generali della mobilità nuova sono promossi da numerose associazioni, istituti di ricerca, fondazioni ed esperti, per una concreta opportunità di discussione tecnica e politica sulle città e sul futuro della mobilità, e dei trasporti urbani e regionali nel nostro paese, tra amministratori nazionali e locali, imprese, enti di ricerca, urbanisti, associazioni di categoria e cittadini. A Pesaro la riflessione e i contenuti si sono concentrati sulla riqualificazione dello spazio pubblico delle città, la mobilità dei pedoni, ciclisti e utenti del trasporto pubblico, i servizi nelle aree a bassa densità, le innovazioni tecnologiche e la sharing mobility e la mobilità dolce per viaggiare nel paesaggio italiano. L’assessore Cacciola è stato invitato a dare un contributo nella sezione relativa al trasporto pubblico locale. L’esperienza da lui raccontata è stata quella del cambiamento dell’azienda ATM, dagli iniziali 15 mezzi in linea ai prossimi 90, e da una domanda di trasporto annuo di 15 viaggi per abitante all’attuale 45 viaggi per abitante. Un cambiamento che ha rivoluzionato l’organizzazione dell’azienda e che avvia un processo di crescita del servizio di trasporto pubblico ormai consolidato in tutta Europa e che in Italia è diventato un obiettivo fondamentale per una mobilità sostenibile nelle città. “Partecipare agli Stati Generali della Mobilità Nuova – ha dichiarato l’assessore Cacciola – è stato proficuo e interessante in quanto sono state messe in rete le esperienze delle città, responsabilizzando le aziende, promuovendo nuove professionalità e mobilitando tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese. Il tema della mobilità sostenibile, tram, mobilità ciclabile, veicoli elettrici, piano per la mobilità sostenibile (PUMS), mobilità pedonale e mobilità condivisa è strettamente intrecciato con quello dell’ambiente e della riduzione dell’inquinamento atmosferico. Pertanto serve una politica coerente anche di tipo industriale per lo sviluppo dei veicoli elettrici, accompagnata da una strategia di riduzione dell’indice di motorizzazione, che punti allo sviluppo dei veicoli in condivisione con la sharing mobility. Punto fondamentale delle due giornate è stato inoltre pro-muovere l’uso della bici come strumento di promozione del territorio e del turismo e la necessità di attuare azioni che portino gradatamente a ridurre gli spostamenti privati motorizzati. Senza dubbio le città fanno molta fatica ad andare avanti ed occuparsi soprattutto delle prime periferie e dei quartieri che hanno bisogno di reti del trasporto collettivo, di progetti di riqualificazione urbana che mettano insieme percorsi del TPL, ciclopedonali, verde, illuminazione e ridisegno degli spazi urbani con interventi di moderazione del traffico. E’ necessario per lo sviluppo della mobilità sostenibile, destinare risorse, idee, innovazioni, regole, investimenti su reti e mezzi al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini, la coesione sociale e l’accessibilità. E proprio oggi, l’avvio a Messina delle iniziative collaterali alla Settimana Europea della Mobilità – ha concluso Cacciola – rappresenta per noi Amministrazione comunale uno strumento di cambiamento al fine di contribuire a far muovere i cittadini in senso sostenibile”. Ad aprire la due giorni è stato il “Il Bike Summit on the road”, un dibattito “pedalato” a cui hanno partecipato tecnici, progettisti, mobility manager e amministratori che si occupano di ciclomobilità, che si è snodato lungo la BiciPolitana di Pesaro, un sistema di piste ciclabili organizzate come tratte di metropolitana (con tanto di colorazioni differenti e fermate), distribuite sul territorio della città. In serata, al Teatro Sperimentale di Pesaro, è andato in scena lo spettacolo “Pedalo dunque sono. Filosofia della bicicletta, da Vittorio De Sica a Gianni Morandi”. Oggi, sabato 16, tre workshop, “A piedi, in bici, in treno: la mobilità dolce nel paesaggio italiano”; “Mobilità.it Innovazione e nuovi concept per le persone e le merci”; e “Il trasporto pubblico e pendolare nelle aree urbane e nelle aree deboli-esperienze nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne nella Programmazione 2014-2020”. A seguire la plenaria presieduta da Francesco Ferrante, di Kyoto Club, su “Impegni per muovere le persone e le merci con la mobilità nuova”, e, dopo i saluti di Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche, la relazione dei gruppi di lavoro. A seguire una tavola rotonda coordinata da Anna Donati, presidente del Comitato scientifico Rete Mobilità Nuova, con interventi di sindaci e assessori dei Comuni presenti.

Top