Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

PRESENTATO OGGI A PALAZZO ZANCA IL NUOVO ASSESSORE VINCENZO CUZZOLA

Il sindaco, Renato Accorinti, il vicesindaco, Gaetano Cacciola, e la Giunta municipale, nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, hanno presentato ai giornalisti il nuovo assessore, Vincenzo Cuzzola, subentrato al dimissionario Luca Eller Vainicher, ed al quale sono state attribuite le deleghe al Bilancio e Programmazione ed ai Tributi. “Questa nomina riveste particolare importanza – ha dichiarato il sindaco Accorinti – in quanto inerente ad un obiettivo impegnativo, ovvero portare a compimento il progetto di risanamento dei conti del Comune, da cui dipendono anche le altre deleghe assessoriali. Sono soddisfatto della scelta operata in quanto sintesi di una piena convergenza con l’Esecutivo, avendo riscontrato in lui totale condivisione di pensiero e nei traguardi da raggiungere”. Nel concludere il suo intervento, Accorinti ha auspicato che: “La presenza in Giunta di Cuzzola, dopo quella di Tonino Perna, è nel segno dell’avvicinamento tra le due sponde, messinese e reggina, per seguire sempre più l’idea di area dello Stretto che necessita di politiche economiche comuni atte a convergere su scelte strategiche importanti in tutti settori”. “Sono particolarmente felice che il sindaco Accorinti e la Giunta – ha evidenziato l’assessore Cuzzola – abbiano individuato la mia professionalità per lavorare insieme. C’è grande sintonia con l’Esecutivo, ci attende una sfida affascinante che richiede pazienza e massimo impegno. Dialogando con i miei colleghi ho visto un disegno di sviluppo concreto per la città di Messina. Vi dico subito che la strada del dissesto è la più semplice per un’Amministrazione, ma anche la più dannosa per la cittadinanza, quindi sono contrario. Il mio obiettivo, insieme all’assessore Signorino, perché si lavora di squadra, è scongiurare il dissesto in quanto produrrebbe una paralisi dell’attività amministrativa. Col mio predecessore, Luca Eller, c’è stima e ci si conosce in quanto apparteniamo al medesimo mondo professionale”.

Top