Logo Comune
Città di
Messina
Città metropolitana di Messina
  • Seguici su:

SBARCO MIGRANTI AL MOLO MARCONI: NOTA DELL’ASSESSORA ALLE POLITICHE SOCIALI

Il molo Marconi, lo scorso mercoledì 22, ha accolto uno sbarco importante, durante il quale la nostra città ha accolto 639 migranti di cui 110 minori non accompagnati. Il Servizio sociale professionale del Comune di Messina, presente allo sbarco come sempre, già nella giornata precedente, una volta giunta la comunicazione dalla locale Prefettura, ha attivato le procedure per il reperimento di posti disponibili in prima accoglienza su tutto il territorio regionale e, grazie ad un intenso lavoro di ricerca e di lettura dei bisogni e peculiarità dei singoli al momento dello sbarco, si è reso possibile, l’inserimento per tutti. L’assessora alle Politiche sociali, Nina Santisi, ha inoltre sottolineato che il servizio sociale è stato disponibile fino a tarda notte, in attesa che gli enti gestori, provenienti dalle altre città siciliane raggiungessero i minori, che sono stati accolti nei Centri di prima e seconda accoglienza e nelle comunità della nostra città (Casa Regina Elena e Casa Amal; Casa Noemi e Il Grillo parlante), di Fondachelli Fantina, di Mazara del Vallo (Trapani), di Montedoro (Caltanissetta), di Altavilla Milicia e Palazzo Adriano (Palermo). “Il lavoro continua – aggiunge l’assessora Santisi – con tutte le altre attività connesse alla presa in carico, con la programmazione dei trasferimenti in seconda accoglienza dei minori provenienti dai precedenti sbarchi e con l’attivazione e gestione degli interventi personalizzati. Il gruppo di lavoro dedicato ai “MISNA”, all’interno del Dipartimento politiche sociali, è anche impegnato nello sviluppo della rete territoriale per l’accoglienza diffusa che coinvolge istituzioni e società civile: Comune, Questura, Prefettura, Istituzione scolastica, Università, Aziende sanitarie, enti gestori, tutor, volontariato, associazioni sportive, famiglie e singoli cittadini che in questi mesi hanno dato la propria generosa disponibilità”.

Top